CONTATTI

Via Ernesto Rossi 28, 52100 Arezzo AR

info@finital.it

0575.3741

Categoria: Rischio

Rischi catastrofali: qual è la situazione italiana e come tutelarsi

L’Italia è uno dei Paesi a maggiore rischio sismico del Mediterraneo. La pericolosità è inferiore a zone come California e Giappone, ma la vulnerabilità è maggiore per la fragilità del patrimonio edilizio per la frequenza dei terremoti che hanno storicamente interessato il suo territorio e per l’intensità.

La sismicità della Penisola italiana è legata alla sua particolare posizione geografica, perché è situata nella zona di convergenza tra la zolla africana e quella eurasiatica ed è sottoposta a forti spinte compressive, che causano l’accavallamento dei blocchi di roccia e solo la Sardegna appena fuori da questa zona non risente particolarmente di eventi sismici. 


In 2500 anni, l’Italia è stata interessata da più di 30.000 terremoti di media e forte intensità superiore al IV-V grado della scala Mercalli) e da circa 560 eventi sismici di intensità uguale o superiore all’VIII grado della scala Mercalli (in media uno ogni 4 anni e mezzo).

Solo il 3% delle abitazioni civili è assicurata per eventi catastrofali e nella maggior parte dei casi solo perché nn siamo informati della possibilità di scaricare un rischio così devastante sul mercato assicurativo con costi molto contenuti.

In effetti solo di recente alcune compagnie si sono rese disponibili ad assumere questi rischi in modo semplificato.

Fra queste Finital consiglia  la soluzione di HDI assicurazioni che assicura con poche semplici informazioni le abitazioni civili dai rischi catastrofali sia terremoto che alluvioni e flash (bombe d’acqua). Questa copertura è addirittura stand-alone (senza necessità di essere abbinata ad altre polizze) e con costi molto contenuti.

Un esempio: la garanzia terremoto per un’abitazione di 150.000,00 di valore di ricostruzione costa ad Arezzo (zona sismica) meno di 100,00 annue, come da tabella.

finital-rischi-catastrofali

E fra l’altro pochi sanno che queste coperture sono addirittura detraibili ai fini delle imposte (19%).

Hai bisogno di uno strumento altamente tecnologico, sicuro e rapido da usare per valutare le migliori polizze da proporre ai tuoi clienti? Scopri QUOTIAMO.